Il lusso? Un vero affare
per i cinesi
Beni pregiati, Il Dragone
sorpassa gli Usa


	
In Cina arriva un quarto degli acquisti globali nel settore. Il dato è in crescita e varrà circa 60 miliardi di dollari nel 2015, molti dei quali fatturati all'estero 
CHINA-FASHION-MALL
In Cina arriva un quarto degli acquisti globali nel settore. Il dato è in crescita e varrà circa 60 miliardi di dollari nel 2015, molti dei quali fatturati all'estero 


di Valeria Gazzoni

Milano, 14 dicembre 2012 – I cinesi sono diventati i primi consumatori al mondo di beni di lusso. Tra le conseguenze della crisi economica si può ormai ufficialmente annoverare anche questo sorpasso del Dragone ai danni degli occidentali: gli scontrini emessi a carico di pechinesi e shanghaiesi ammontano nel 2012 a ben un quarto delle vendite totali per il settore top di gamma.

Secondo i dati pubblicati dalla società di consulenza americana Bain & Company, per la prima volta nella storia gli statunitensi devono accontentarsi del secondo posto in classifica, avendo speso per un quinto delle vendite globali del luxury per quest’anno. Un report della McKinsey stima che nel 2015 la Cina comprerà borse e orologi di lusso per un terzo del mercato del lusso, poco più di 58 miliardi di dollari sui 175 totali.

Lo shopping cinese vale oggi il 27% del consumo mondiale di beni di lusso, un volume d’affari che si aggira intorno ai 145 miliardi di dollari. E’ un dato ancor più sorprendente se si considera come nel 1995 gli acquirenti cinesi contavano solo per l’1% del mercato mondiale delle merci più pregiate, mentre agli Usa andava, allora, il 27% degli acquisti.

Altro dato su cui riflettere è che la maggior parte degli shopaholic cinesi preferiscono recarsi all’estero per acquistare. E non solo perché le città estere possono vantare le boutique più glamour. La svalutazione dell’Euro combinata con tasse più basse comporta una differenza di prezzo fino al 40% tra i negozi della Cina continentale e quelli oltre frontiera.

Ma non è tutto. Analizzando il comportamento dei consumatori cinesi, gli esperti della McKinsey hanno scoperto che nel 40% dei casi l’acquisto di beni di lusso avviene in modo compulsivo, ovvero senza pensarci su per più di una giornata. Il dato si riduce al 15% degli acquisti condotti all’estero, mentre si rivela in crescita rispetto agli anni passati.

Sempre più raffinati conoscitori delle tendenze occidentali, ma anche più inclini all’acquisto d’impulso: il profilo dei big spenders cinesi si sta modificando e, come spiegano dalla Bain & Company, “i cambiamenti nei gusti dei consumatori cinesi sono ormai una questione cruciale per i più grandi brand del lusso globale”.

Twitter: @ValeriaGazzoni

Scrivete a China Channel:
chinachannel@quotidiano.net

China Channel su Facebook China Channel Quotidiano.net su Facebook China Channel su Twitter China Channel Quotidiano.net su Twitter
Foto del giorno
La cascata di ghiaccio

nello Shhanxi fa talmente freddo che le spettacolorrio cascate di Hukou si sono ghiacciate offrendo uno spettacolo straordinarioNello Shaanxi fa talmente freddo che le spettacolari cascate di Hukou si sono ghiacciate offrendo uno spettacolo straordinario

CHINA NEWS


  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP