Crimini contro le donne: la Cina ammette squilibrio maschi-femmine
e annuncia maggiori controlli


	
Bimbi cinesi

 

Pechino, 24 maggio 2012 -  Il governo cinese ha riconosciuto uno dei più grandi problemi a livello demografico nel paese, il forte sbilanciamento numerico tra i sessi, ed ha annunciato alcuni provvedimenti volti alla risoluzione della questione. Wang Xia, capo della Commissione nazionale per la popolazione e la pianificazione familiare, ha affermato che si intende intervenire in modo drastico per stroncare i test, illegali, per scoprire il sesso dei nascituri e gli aborti selettivi, ritenuti la causa principale dello squilibrio tra i due generi. Altri provvedimenti riguardano controlli sulle puerpere e sulla corretta registrazione all'anagrafe dei nuovi nati.

In seguito al lancio di una campagna speciale da parte di alcuni dipartimenti governativi nel 2011, la polizia ha condotto indagini su 15mila casi sospetti che hanno condotto alla scoperta di 13mila reati per violazioni delle leggi sulla pianificazione familiare. Il governo mira a riportare il rapporto maschi-femmine a 115 su 100 entro il 2015. E' un obiettivo impegnativo poichè i dati della maggior parte delle province cinesi sono molto più alti, secondo quanto afferma lo stesso Wang. Inoltre, il problema del disequilibrio numerico fra i sessi è particolarmente grave dato il suo radicamento nella società cinese e la sua diffusione a tutte le fasce sociali e a tutte le latitudini del paese. 

I pregiudizi contro le donne nei campi economico, sociale e culturale sono ancora la causa scatenante degli squilibri, ha affermato Wang: per ottenere risultati, sarà necessario compiere sforzi per promuovere la parità fra i sessi, controllare il rapporto numerico tra i generi alla nascita e sensibilizzare la popolazione sull'argomento. Il rapporto naturale si situa tra 103 e 107 maschi su 100 femmine, ma da quando le ecografie prenatali sono diventate comuni in Cina negli anni Ottanta, le cifre sono state stravolte fino a raggiungere un picco record di 120,56 maschi su 100 femmine nel 2008. Grazie ad alcuni provvedimenti messi in campo dal governo, il rapporto è in calo dal 2009, fino ad arrivare ad un rapporto di 117,78 nel 2011. Gli squilibri numerici tra i sessi in Cina hanno causato una serie di problematiche sociali, dalle più drammatiche come i crimini sessuali e il traffico di donne, fino alle più comuni difficoltà per molti uomini nel trovare una compagna.

valeria.gazzoni@ilgiorno.net

Scrivete a China Channel:
chinachannel@quotidiano.net

China Channel su Facebook China Channel Quotidiano.net su Facebook China Channel su Twitter China Channel Quotidiano.net su Twitter
Foto del giorno
La cascata di ghiaccio

nello Shhanxi fa talmente freddo che le spettacolorrio cascate di Hukou si sono ghiacciate offrendo uno spettacolo straordinarioNello Shaanxi fa talmente freddo che le spettacolari cascate di Hukou si sono ghiacciate offrendo uno spettacolo straordinario

CHINA NEWS


  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP